primule a Bregano
primule a Bregano
at home
This is my new home.  Here I will shelter to recall the thoughts spoken of and written many years ago, the day before yesterday or just now and to disclose such thoughts to whomsoever would like to read them. In this house I want to forget myself in considering what I see and hear, also including in my journey those renowned or still unknown writers and artists who have got something to say in the world of the arts. In my new house I will put a new flower every day, born of nature, my own ideas or the ideas of others.   Whether vivid or dull, I will make sure that it may induce a feeling of gratitude for life.
 
a casa

Questa è la mia nuova casa. In essa mi rifugerò per ricordare a me stessa e dischiudere a chi vuole leggere, le parole pensate, dette, scritte tanti anni addietro, l’altro ieri, un attimo fa. In questa mia casa voglio abbandonarmi alle riflessioni sulle cose che vedo e sento, includendo nel mio viaggio anche scrittori e artisti, di fama e non, che dicono e operano nell’arte. Nella mia nuova casa metterò ogni giorno un fiore, nato dalla natura o dall’idea mia o di altri. Sia esso di colori vivaci o meno, farò in modo che provochi un sentimento di riconoscenza per la vita.

scaffali

clicca sull'immagine per vedere alcuni dei miei lavori

Adriana al microfono
Adriana legge al microfono
Ricerca nel sito
 

maggio 2016

26 racconti.
Non si anticipa nulla in un titolo come questo.
Nessuna concessione al lettore, se non sollecitarne la curiosità a scoprire, a mano a mano che la lettura procede, il mondo raccontato attraverso la sensibilità di una poetessa che per la prima volta ha ceduto alla prosa.
Bozzetti di vita contemporanea, con un'attenzione particolare alle realtà meno appariscenti e usuali, frammenti narrativi che hanno l'andamento di una favola, storie che sembrano affacciarsi su di una dimensione sconosciuta. Come se un mondo invisibile vi si palesasse in filigrana e si scoprisse solo attraverso una lettura iniziatica.
Fascino dunque.
Ignoto.
A volte un pizzico di suspence.
Un mondo in bilico tra realtà e ombre, tra conscio e inconscio, in una cucina narrativa maliziosamente provocatoria. Tale quale l'autrice.

Annalina Molteni

9 gennaio 2013
 
Ti sei nascosta
per non vedermi soffrire.
Per consolarmi da là in fondo
dove il dolore è profondo
mi hai cantato canzone di speranza:
         “Tutto è ricordo, tutto è nell’attesa.
         La pena della carne passerà
         la pena dell’assenza diverrà
         intima esperienza.
         Ritornerò a colmarti di passione
         presto, siccome so
         che senza me si oscura la tua vita”.
Subito, torna! amica Poesia
e questo nostro fonderci
sia nota del Creato
nota su nota per farne melodia.
 
 
di Adriana de Carvalho Masi
 
sereno dopo il temporale
dopo le nuvole buie
Links
acknowledgments
Ad Ainara Alvarez che mi ha permesso di usare la sua foto di granchi che si muovono sotto la sabbia, GRAZIE; al caro amico Alberto Frigo che ha tradotto tale fotografia nel logo, GRAZIE; al meraviglioso Dario Fusero che non solo ha editato il mio sito, ma mi ha anche pazientemente insegnato a gestirlo, GRAZIE.
Cari amici, mi avete fatto sentire giovane.
 
Albert Frigo, decorazioni & Trompe l'Oeil, www.frigoart.it 
Dario Fusero, Fulkron Business Technology, www.fulkron.com

Tutti i testi, fotografie e disegni presenti su questo sito, tranne dove diversamente indicato, sono da considerarsi proprietà intellettuale dell'autrice Adriana de Carvalho Masi. Ogni violazione a questa semplice richiesta verrà perseguita legalmente secondo i termini della vigente legge italiana.

Il presente sito non costituisce testata giornalistica, né ha carattere periodico, essendo aggiornato in relazione alla disponibilità e alla reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale, ai sensi della Legge n. 62 del 7-03-2001.  Le fotografie pubblicate su questo sito, salvo diversa indicazione, sono copyright dei legittimi autori.
Adriana de Carvalho Masi


Copyright (c) 2012-2016 - Adriana Masi de Carvalho